Scacchi contro il computer

Giocato: 6711 volte

"Giochi Gratis Online" vi mette a disposizione la sezione dedicata agli scacchi online con due diversi motori per giocare a scacchi online contro il computer, ovviamente gratis!

Da quando sono stati inventati i computer, in molti si sono dedicati alla loro applicazione negli scacchi, dando origine a numerosi programmi che nel corso della storia hanno sfidato i più grandi campioni di sempre.

Tuttavia, è solo recentemente, con l'avvento di computer sempre più potenti, che si è potuto assistere a partite di scacchi contro il computer un po' più interessanti.

Ad esempio, nel 1996 la IBM - nota casa produttrice di computer - propose al pluri campione del mondo Gary Kasparov un match sulla lunghezza di 6 partite contro il calcolatore scacchistico Deep Blue.

L'evento ebbe una notevole successo di pubblico, poichè per la prima volta un giocatore in carne ed ossa stava giocando una partita a scacchi contro un computer con tempi di riflessione regolamentari da torneo FIDE (prima si erano giocate solo partite lampo o semilampo, quindi con circa 10 minuti a testa).

Attratto dal montepremi di 500.000 dollari, il Campione del Mondo in carica accettò la sfida, battendo il computer con il punteggio di 4 a 2. Tuttavia, Kasparov perse la partita d'esordio, e Deep Blue entrò nella storia come il primo computer ad aver battuto un campione mondiale di scacchi in una partita regolamentare.

Alla fine dell'incontro Kasparov dichiarò, molto spavaldamente, che nessun computer avrebbe mai potuto batterlo in un match prima dell'anno 2000.

Nel 1997 la IBM propose la rivincita, apportando delle modifiche al suo computer.
Se nella versione '96 Deep Blue era in grado di calcolare 280 milioni di mosse al secondo ma senza applicare sofisticati criteri per la selezione delle mosse (se non quello del semplice guadagno materiale di pezzi), nella versione '97 il computer poteva calcolare solo 220 milioni di mosse al secondo, ma applicando algoritmi di gioco molto più elaborati.

Dopo una partita vinta dallo scacchista umano e una dallo scacchista elettronico, la tensione era diventata così alta che Kasparov accusò ingiustamente i tecnici della IBM di barare, dato che le partite del computer gli sembravano "troppo umane"!

Seguirono tre pareggi, ma nell'ultima e decisiva partita contro il computer, Kasparov giocò male in apertura e Deep Blue distrusse il Campione del Mondo: fu così che l'11 Maggio 1997 Deep Blue si aggiudicò il match.

Chi Siamo | Contatti | Privacy | Sito web di proprietà di Simone Frattegiani, P. IVA: 03251440545.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica ne' è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001